Psoriasi


psoriasi consigli nutrizione


La psoriasi: che cos’è

La psoriasi è una malattia cronica, recidivante, caratterizzata dalla comparsa di chiazze rialzate, arrossate, con margini distinti, ricoperte da squame argentee che si formano tra la placca e la cute normale.

Psoriasi e dieta

La Psoriasi è una malattia infiammatoria, consigliamo di inserire nella dieta alimenti contenenti sostanze ad attività antinfiammatoria, ricchi di acidi grassi polinsaturi e di omega 3.

L’approccio integrato e funzionale

È un approccio focalizzato sulle cause invece che sui sintomi e fornisce gli strumenti per gestire e ridurre tutti quei fattori che scatenano e alimentano la malattia. È necessariamente un approccio personalizzato che richiede un elevato grado di impegno e partecipazione da parte del paziente nel suo percorso di guarigione.​

La psoriasi è una malattia autoimmune caratterizzata da un elevato grado di infiammazione sistemica. L’infiammazione è il processo che il corpo mette in atto per cercare di riparare i danni tissutali provocati dalla reazione autoimmune. Per contrastare e gestire al meglio una reazione autoimmune bisogna limitare l’azione delle sostanze immunogene e modulare la reazione infiammatoria che queste scatenano.

Ridurre gli stimoli immunogeni e pro-infiammatori attraverso una strategia nutrizionale

Una corretta alimentazione è alla base di qualsiasi approccio funzionale alla salute generale.

Il paziente psoriasico si trova in una condizione particolare in cui:

  • è presente una predisposizione genetica

  • il sistema immunitario è iper-reattivo

  • è presente una forte infiammazione sistemica

Principali fattori scatenanti:

  • assunzione di alcuni alimenti (glutine, caseina, solanacee e legumi)

  • liberazione di specifiche tossine in caso di infezioni (streptococco, candida e parassiti)

  • un’alterata funzionalità intestinale (Sibo e Leaky Gut)

  • situazioni di stress

  • trattamenti farmacologici

  • carenze di micronutrienti e sostanze immunomodulanti (vitamina D).

Dieta autoimmune

La dieta consigliata al paziente psoriasico prevede l’eliminazione di tutti gli alimenti che esercitano uno stimolo immunogeno. Vediamo nel dettaglio quali sono e perché in alcune patologie autoimmuni sono ritenuti dannosi.

  • Glutine e proteine del grano: questo gruppo di proteine sono in grado di alterare la permeabilità intestinale favorendo l’infiammazione e il passaggio nel circolo ematico di sostanze nocive.

  • Caseina: questa molecola è un potente liberatore di istamina, ha effetto infiammatorio e interagisce con i recettori insulinici favorendo l’insulino-resistenza.

Altri alimenti immunogeni:

  • Lectine: famiglia di proteine presenti nei cereali, nei legumi ed altre specie vegetali.

  • Saponine, antinutrienti contenuti nei legumi e negli pseudo-cereali come quinoa e amaranto.

  • Solanacee: pomodori, peperoni, melanzane, patate, bacche di Goji, pepe; la solanina è una sostanza pro-infiammtoria.

  • Zuccheri raffinati e alimenti processati ricchi di additivi e coloranti: l’eccesso di zucchero promuove la sindrome metabolica e promuove l’infiammazione sistemica.

  • Non c’è restrizione calorica e i pazienti possono mangiare a volontà gli alimenti consentiti: verdura, frutta, carne, pesce, frutta secca, amidi puliti come il riso, avendo cura di mantenere una buona idratazione e un corretto apporto di fibre.

Agire sui fattori scatenanti con una mirata strategia integrativa

Modulare l’infiammazione

L’infiammazione di per se non è un fenomeno da temere a priori, anzi è uno strumento molto prezioso: è una reazione che il nostro organismo mette in atto per distruggere tessuti danneggiati ed eliminare sostanze ritenute dannose e dare luogo ad un processo di rigenerazione e quindi alla guarigione. Affinché in seguito al danno si verifichi la guarigione è necessario che all’iniziale risposta infiammatoria segua una adeguata risposta antiinfiammatoria. Quando il delicato equilibro tra processi proinfiammatori e antinfiammatori non viene rispettato a discapito di un persistente stato infiammatorio si sfocia in uno squilibrio che possiamo chiamare malattia. Comprendiamo quindi che per intervenire in maniera funzionale sulle cause che alimentano la psoriasi bisogna modulare l’infiammazione sistemica.
L’infiammazione sistemica viene alimentata da squilibrio alimentare nel rapporto Ω3/Ω6, da situazioni metaboliche di insulinoresistenza o altri squilibri endocrini, da alterata risposta al cortisolo endogeno, da eccessivo stress ossidativo e da alterata risposta all’istamina spesso espressione di scarsa funzionalità di alcuni enzimi coinvolti in diversi processi di metilazione. Anche in questo caso con mirate scelte nutrizionali e integrative ci si può assicurare un solido effetto antiinfiammatorio come risultato.

Antinfiammatori naturali

La curcuma per esempio inibisce le vie pro-infiammatorie senza irritare la mucosa gastrica e intestinale. È molto importante che sia assunta in forma bio-ottimizzata che ne garantisca una alta biodisponibilità. Sconsiglio le forme con piperina perché quest’ultima è irritante per la mucosa gastrica. Tra le forme migliori in commercio le liposomiali e le forme micellari come CurcuDyn cps.

Modulare la risposta immunitaria

Vitamina D

L’utilizzo di questa vitamina ci assicura : effetto antinfiammatorio, immunomodulante, antitumorale, cardioprotettore, equilibratore del metabolismo endocrino, insulinoregolatore e antiaging.
L’EFSA considera sicura un’integrazione con colecalciferolo fino a 4.000 U.I./die. Dosaggi maggiori sono frequentemente richiesti in fase di trattamento medico a seguito di misurazione dei valori ematici di Vit.D e paratormone. Obiettivo è raggiungere i valori ottimali di questo importante ormone ad azione pleiotropica.



Nutrizione per malattie autoimmuni



Tiroidite di Haschimoto

Tiroidite di Haschimoto

Tiroidite di Haschimoto

La tiroidite di Hashimoto è la più diffusa forma di tiroidite, nonché la causa più frequente di ipotiroidismo. E’ annoverata tra le malattie autoimmuni, quelle patologie in cui il sistema immunitario scatena un anomalo attacco verso cellule dello stesso organismo – quelle della tiroide, in questo caso.


Psoriasi

Psoriasi

Psoriasi

La psoriasi è una malattia cronica, recidivante, caratterizzata dalla comparsa di chiazze rialzate, arrossate, con margini distinti, ricoperte da squame argentee che si formano tra la placca e la cute normale.


Artrite reumatoide

Artrite reumatoide

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide (AR) è una malattia cronica autoimmune che colpisce le articolazioni, le quali si presentano gonfie, dolenti, rigide e calde. Vengono colpiti più comunemente i polsi e le mani (in maniera bilaterale). Questi sintomi dell’artrite reumatoide peggiorano con il riposo assoluto.Altri segni clinici comprendono: basso numero di globuli rossi, infiammazione nei pressi dei polmoni e del cuore, e febbre.


Celiachia

Celiachia

Celiachia

La celiachia è un’enteropatia auto–infiammatoria permanente, con tratti di auto-immunità, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. Il glutine è la frazione proteica alcol–solubile di grano, orzo e segale. Questo complesso proteico, che quindi si trova principalmente in alimenti a base di frumento come pane, pasta, pizza, biscotti e snack dolci e salati, causa una risposta infiammatoria abnorme a livello dell’intestino tenue.


diabete tipo 1

Diabete tipo 1

Diabete di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia cronica causata dalla distruzione su base autoimmunitaria delle cellule beta del pancreas che producono insulina. La distruzione di queste cellule comporta un’insufficiente produzione dell’ormone fondamentale nel metabolismo dei carboidrati (insulina), determinando l’incapacità dei tessuti dell’organismo di utilizzare glucosio a fini energetici e, quindi, comportando l’aumento della concentrazione di glucosio circolante nel sangue (iperglicemia).


Prenota ora una visita nutrizionale con la Dottoressa Lemasson













    [recaptcha]

    Dott.ssa Paola Lemasson

    Biologa Nutrizionista
    Partita IVA 02670030028
    Riceve presso Studio Medico BEAUTYMED Via della Vittoria 31 – CHIAVAZZA (BI)
    Cell. 347 9241791

    Iscrizione Ordine dei Biologi 080865

    Dove Sono

    Social Network